flag_great_britainflag_franceflag_germanyflag_croatiaflag_spain

Nuovo Metodo Corradi®

G.E.A., società specializzata nell’esecuzione di trattamenti antiparassitari per la prevenzione e la cura da infestazioni, come quella da processionaria e da punteruolo rosso che negli ultimi anni hanno compromesso la crescita di palme, pini e una serie di altre piante, ha proposto in esclusiva nazionale il Nuovo Metodo Corradi®.

Questa tecnica, utilizzata per il trattamento delle specie arboree, consiste in un’iniezione manuale al fusto della pianta di un prodotto appositamente studiato per controllare diverse patologie. Tale procedimento è brevettato e consente il trattamento di latifoglie con garanzia totale del risultato per tutta la stagione. La garanzia è più estesa per gli interventi contro la processionaria del pino.

Il Nuovo Metodo Corradi®indubbiamente segna un passo determinante nella storia dell’endoterapia, essendo tanti i miglioramenti che esso riesce ad assicurare: in termini di rapidità di esecuzione, efficacia, minimizzazione della fitossicità, rispetto dell’ambiente e della sicurezza di operatori e popolazione, e diminuzione dei costi.

Chiunque cerchi un’azienda composta da tecnici fitoiatri esperti, a conoscenza di tutti i possibili rimedi per combattere i parassiti, può affidarsi noi.

Endoterapia-Nuovo-Metodo-Corradi
Trattamenti-antiparassitari-per-cura-processionaria
Prevenzione-punteruolo-rosso-palme
Rimedi-parassiti-piante

Le fasi di esecuzione

La tecnica del Nuovo Metodo Corradi® prevede lo svolgimento da parte di operatori specializzati di diverse operazioni:

FASE 1 Esecuzione di uno o più fori nel fusto (in relazione all’accrescimento diametrale) per il trattamento di endoterapia: attraverso un’apposita punta multipla si effettua, a circa un metro da terra, un foro di pochi millimetri di diametro (al massimo 4) nello xilema, che contemporaneamente bypassa il cambio e il floema;

FASE 2 Iniezione del prodotto tramite siringa a pressione manuale: viene esercitata una pressione molto ridotta nei fori, dove viene iniettato il formulato correttamente diluito e miscelato. Poiché l’iniezione avviene nei vasi linfatici presenti al di sotto della zona cambiale, il rischio di provocare dei danni per fitossicità è inesistente;

FASE 3 Disinfezione del foro con sali quaternari d’ammonio ed inserimento di tappi in amido di mais. È fondamentale, dopo aver eseguito l’iniezione, disinfettare e chiudere con uno speciale tappo biodegradabile i fori.

Cura-piante-con-Nuovo-Metodo-Corradi
Presidio-del-cantiere-di-lavoro
Pressione-ridotta-nei-fori

PROCEDIMENTO NUOVO METODO CORRADI®